Bayer

Super Mike

Super Mike: c’è un problema nel mondo

 

Siamo a luglio 2014 e Bayer ci chiede una consulenza per un progetto innovativo che porti un consolidamento del brand verso un target giovane, compreso tra i 18 e i 35 anni. Iniziamo a sviluppare le prime idee che ruotano attorno alla realizzazione di una webserie; tra le proposte emerge quella del personaggio Super Mike, un super eroe tecnologico e spiritoso.

 

Supermike-screenshot4

 

Coinvolgiamo tre sceneggiatori professionisti che scrivono il soggetto della webserie e i caratteri dei personaggi (Super Mike, Princi, il professor Kaspar e super Valdo).

Le prime cinque storie piacciono moltissimo al team di Bayer che collabora con noi sui soggetti e i temi da affrontare. Da qui scriviamo in tutto 12 episodi da 5 minuti l’uno da realizzare nei mesi successivi con attori professionisti.

In parallelo inizia un’attività di comunicazione interamente gestita dal nostro team interno, che parte da una fase test su Facebook all’inizio di dicembre 2014.

Convochiamo i primi 2 giorni di casting in cui si presentano un centinaio di persone; preselezioniamo 15 attori tra cui scegliere i protagonisti. Solo a fine gennaio la formazione sarà al completo.

A febbraio tutti i 12 episodi vengono terminati e, dopo il vaglio del cliente, iniziamo a lavorare con gli attori in preparazione alle riprese.

 

Supermike-articolo2

 

È una webserie totalmente originale e lo è anche nel suo allestimento scenico.

Una nostra collaboratrice scenografa progetta da zero il set di Super Mike ideando la base operativa con uno stile tra l’ultra moderno e il tecnologico retrò. Queste due anime rispecchiano le caratteristiche dei due protagonisti, Princi e Super Mike.

Ogni personaggio delle webserie è come se vivesse in un proprio mondo, senza una coerenza stilistica comune, tant’è che Super Valdo avrà un costume che richiama Indiana Jones, mentre Super Mike avrà un classico costume da Supereroe in calzamaglia, il Professor Kaspar un abito scuro alla Matrix, Princi sempre precisa con abiti e acconciature ogni volta diverse e molto chic.

 

Supermike-articolo3

 

L’allestimento del set viene fatto in uno spazio della Lombardia Film Commission e lo shooting è organizzato su 6 giorni con metodo cinematografico. Durante quelle giornate una quindicina di persone ruotano attorno al set, compresi tecnici, parrucchieri, staylist e il nostro team social.

Realizziamo la sigla all’interno del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano che ci ospita in alcuni degli spazi più famosi, come i treni d’epoca e il sottomarino Toti.

 

Supermike-screenshot1

 

Ai primi di marzo va on line un mini sito (www.supermike.it) che farà da collettore di tutti i contenuti: gli episodi, la descrizione del progetto di Bayer, le collaborazioni con i partner ed i contenuti speciali. Lo sviluppo del sito e della strategia social (Facebook, Instagram, YouTube) è gestita dalla nostra redazione fino alla fine di giugno 2016.

I primi due episodi raggiungono moltissime visualizzazioni e i commenti sui social sono del tutto positivi.

Produzione video | 2014/2015

Credits

  • Regista
  • Riccardo Denaro
  • Sceneggiatura
  • Paolo Braga
  • Andrea Zullato
  • Riccardo Mauri
  • Creative Producer
  • Giulia Reali
  • Direttore Fotografia
  • Roberto Minotti
  • Assistente DOP
  • Andrea Cassina
  • Assistente di Produzione
  • Cecilia Barbieri
  • Scenografia
  • Ilaria Ariemme
  • Costumi
  • Ilaria Ariemme
  • Allestimento
  • Studio Cromo
  • Make Up Artist
  • Francesca Toffetti
  • Hair Stylist
  • Tagliati per il Successo
  • Post Produzione
  • Roberto Minotti Videodesign
  • Cast
  • Giovanni Longhin, Cecilia Elda Campani, Carlo Pastori, Andrea Panigatti
  • Macchina da Presa
  • Canon C300